L’Italia è una Repubblica fondata sul lavoro. Dei #Nonni.

Il ruolo dei nonni in famiglia

Dopo Santa Lucia (per i veronesi), Santa Claus, Sant’Anna e Santa Rita, la santa in assoluto più quotata è #SantaNonna: non ci sono miracoli che reggano al confronto. #SantaNonna ha solitamente un’età compresa tra i 50 e i 70 anni, ha una pazienza inscalfibile, una fede incrollabile ed è pronta al martirio, che sia farsi camminare sulla testa, raccogliere dal pavimento l’intero frigorifero smangiucchiato e sputacchiato, cambiare con un sorriso inebetito l’ennesimo pannolino puzzolente. Il suo linguaggio è composto di idiomi semplici, del tipo: amore mio, patatina, pisellino, vuoi la pappina? La merendina? Il ciuccietto? L’orsetto?

Con lei, talvolta, abita un bipede che nella nostra memoria era un “uomo, grande e grosso, un po’ arcigno, poco incline a vezzi, coccole e carezze, indaffarato, intravisto per lo più a ora di cena” trasformatosi in un strano ammasso di melassa pronto a scusare qualsiasi marachella con un “tu eri peggio”. I figli sono sempre stati peggio dei nipoti, va a capire perché…

L’Italia è una Repubblica fondata sul lavoro (di chi però??)

5d3c70_9e2baa16b31d88946f0bcd37fc9fe023.jpg_srz_p_416_560_85_22_0.50_1.20_0.00_jpg_srz
Questa bellissima illustrazione è di Romina De Rossi, visitate il suo sito: rominaderossi.wix.com/illustratrice

Qualsiasi sia il loro ruolo all’interno della vostra casa, i nonni esistono per due ottimi motivi: ti permettono di andare a lavorare, e qualche volta di fare la spesa, ed evitare il tracollo definitivo della tua casa. Ciò che ho percepito nella mia personale esperienza di mamma, l’ho trovato avvalorato da statistiche recenti.

Eco qualche numero estratto dal  sondaggio ‘Un Nonno vale un tesoro‘, realizzato da Smart Research in occasione della Festa dei Nonni del 2 ottobre 2013 (fonte: Adnkronos, clicca per leggere tutto):

•    Il 70% degli intervistati ritiene che la disponibilità dei nonni possa influenzare la decisione di mettere al mondo dei figli, soprattutto per il potenziale aiuto fornito alla coppia quando entrambi i componenti lavorano (89% dei casi).

•    Il 53% del campione non ritiene che il ruolo dei nonni verrà sostituito da interventi governativi in tema di servizi alla famiglia (asili, ecc.).

•    Il 94% dei partecipanti al sondaggio preferisce affidare i figli ai nonni piuttosto che a persone esterne alla famiglia.

•    Per il 19% rappresenta anche un aiuto economico fornito alla famiglia.

Nonni, nido o tata?

Oltretutto, c’è da considerare che l’iscrizione al nido non risolve la questione dell’affidamento dei pupi durante gli orari di lavoro. Per due semplici motivi: se il bimbo si ammala all’asilo non può andare e se hai un lavoro a tempo pieno col cappero che il nido basta! Vorrei capire perché in Italia gli asili siano aperti di media dalle 7.30 alle 16.00, chi cavolo mai esce dall’ufficio alle 15.30???

 Gli asili nido e i servizi integrativi per la prima infanzia rappresentano uno dei servizi fondamentali per l’attuazione delle politiche di conciliazione ,ma nel 2010 solo il 18% dei bambini sotto i due anni si sono avvalsi di almeno uno dei servizi socio-educativi , con squilibri territoriali rilevanti: sotto il 10% in quasi tutte le regioni del Mezzogiorno e circa il 30% in  altre regioni del Centro-Nord. In totale l’accesso ai nidi è pari solo al % del totale (Fonte: Istat, Il lavoro femminile in tempo di crisi)

Quindi, ho c’hai i nonni oppure sono fattacci tuoi. Vero che esiste il prolungamento fino alle 18, ma solitamente è un servizio molto costoso e in alcuni casi, comunque, non risolutivo. Vero anche che la soluzione alternativa è la babysitter, ma qui si apre un altro lungo capitolo: come la trovo, quanto la pago, come la pago? Posso scaricare questo costo dalla mia dichiarazione dei redditi? E prima e ancora più importante domanda: che competenze/esperienze ha? Non esiste un pedigree per le tate????
E voi a chi affidate i vostri bambini? Nido, nonni, babysitter, qual è la vostra scelta e perché?

 

2 thoughts on “L’Italia è una Repubblica fondata sul lavoro. Dei #Nonni.

  1. Ho votato nonni perché davvero credo siano la risorsa migliore (specialmente se riesci a “educarli” a rispettare le TUE regole), nonostante io sia uno di quei patologici casi per i quali mia figlia sta sempre con me, salvo si e no un paio d’ore settimanali (necessarie a sbrigare faccende qua è là), durante le quali la nonna viene da noi… Ma ripeto, io sono un caso patologico, per non dire psichiatrico e, ovviamente, ho la fortuna/sfortuna di poterlo fare!

Mi piacerebbe sapere cosa ne pensi tu, lascia il tuo commento :)