#LetturePiccine: libri per crescere

Tra i meravigliosi libri che ho scoperto con l’arrivo di Palletta, ce ne sono alcuni speciali perchè mi hanno aiutato a spiegare alcune cose importanti alla peste e… mi ha ascoltato! Quello che ha avuto più successo è sicuramente Non voglio lavarmi le mani di Tony Ross, edito da Lapis.

Non so i vostri, ma il mio bimbo ha un’idea un po’ confusa sul quando e come ci si debba lavare le mani. Di punto in bianco, nel bel mezzo di un gioco, parte e va in bagno facendo scorrere fiumi d’acqua e spalmando sapone ovunque, ma se glielo chiedo io prima di mettersi a tavola fa il diavolo a quattro!

Lapis edizioni, Clavis editore

Ho sprecato tanto di quel fiato a spiegargli che non si può mangiare con le mani sporche, finché… non è arrivata la principessina protagonista di questo simpatico libro ad aiutarmi. La bimba in questione è una vivacissima e capricciosa principessa alle prese con le richieste quotidiane dei genitori. Lei dice sempre di no, vi ricorda qualcuno?
Le sue avventure fanno parte di una serie, noi abbiamo comprato anche Non voglio andare a letto, ne indovinate il motivo?

Altro libro divertentissimo che, però, non ha sortito l’effetto sperato è Posso guardare nel tuo pannolino? di Guido Van Genechten edizioni Clavis. Un po’ di stomaco, però, ci vuole perché nei pannolini, beh,  si avete capito…

A volte i libri risolvono davvero un problema,  altre volte sono un passatempo speciale, altre ancora stimolano la fantasia, l’apprendimento, il linguaggio. Da qualche anno è attivissimo il progetto Nati per leggere e per le amiche veronesi la Biblioteca Civica offre un servizio fantastico di cui ho parlato su  veronachemamme, un blog di cui avrò modo di parlare in modo più approfondito, ma che colgo l’occasione di presentare.

banner VcMquadrato-02

Infine, vi segnalo un’idea stupenda nata sui social da un gruppo di mamme fantastiche, tra cui la veronese Ana, si chiama Leggere insieme… ancora! e fa incontrare le mamme che amano leggere insieme ai loro bimbi in diverse città italiane. Quello a cui partecipo io è il gruppo di Villafranca, chi si aggiunge?


Vi è piaciuto questo articolo? Allora condividetelo su facebook, twitter o google+ e non dimenticate di mettere un bel mi piace sulla Fan Page MammaSfigata!

Mi piacerebbe sapere cosa ne pensi tu, lascia il tuo commento :)