Venezia-Mirano: 2 luoghi + 6 mamme + 1 weekend= mammeintour.it

Cosa succede quando un gruppo di mamme sgrarrupate, incasinate, esce dall’anonimato del web per incontrarsi dal vivo in un luogo che con conoscono? Direte voi: nasce un mostro. Più o meno è quello che è successo con il nostro primo #mammeintour. Chi mi segue, nel corso dei mesi, ha già incontrato questo hashtag disseminato tra i miei vari post, ebbene, è arrivato il momento di parlarvene.

Quindi, che cavolo è il #mammeintour? E’, innanzitutto, l’idea di trasferire le chiacchierate tra mamme, perlopiù notturne, dai social network alla caffetteria di paese. E’ un modo per parlare di genitorialità, di blogging, di viaggio non più e non solo online, ma anche “de visu”. Perché non farlo, quindi, in un contesto nuovo, alla scoperta dei piccoli tesori, delle meraviglie nascoste che la nostra Italia offre? Il weekend d’incontro, dunque, diventa non solo momento di conoscenza reciproca, di approfondimento semi “professionale”, ma anche motivo di scoperta di luoghi, persone, culture.

#mammeintourVE

Intanto, chi c’è? Le sei #mammeintour ufficiali sono, oltre a mammasfigata, Marina Da Mamma a Mamma, Lucrezia Peekaboo Travel Baby, Elena Valigia e Passeggino, Lara Nasce Cresce Rompe e Duevoltemamma. Come tutte le mamme che si rispettino, anche il nostro team sconta i problemi gestionali di tutte le famiglie con nani al seguito: imprevisti, malattie, casini vari, un campionario di sfighe che solo chi ha pupi da 0 a 9 anni può comprendere, perciò abbiamo previsto di non riuscire mai ad esserci tutte ad ogni tappa. Come ovviare al problema e farlo diventare un vantaggio? Semplice, scegliendo di affiancare alle mamme ufficiali delle mamme Ambasciatrici, di volta in volta diverse.

Ok, capito e dunque? Dunque, siamo partite! La tappa 0, quella per vederci “faccia a faccia”, era stata al Muse, una sorta di mini tappa in giornata trascorsa in uno dei musei più belli e innovativi a misura di bambino (ve ne ho parlato qui). La tappa 1, invece, tenetevi forte perché ve la racconto ora: #mammeintourVE, si parte!

Venerdì 24 ottobre: arrivo a Villa Patriarca, Mirano. Le sei mamme coinvolte, questa volta, sono Marina, Lucrezia, Elena e le due ambasciatrici d’occasione: Nicoletta di Mamma Aiuta Mamma e Stefania Mamma Orsa Curiosona. Come vera e propria prima tappa abbiamo fatto tutti gli errori possibili immaginabili: orari, luoghi, totale disorganizzazione… e sorvolerò pure sulla brillante idea di farci un giretto a Venezia – Venezia, capite? Ponti, ponticelli, ponti e ponticelli e ancora ponti e ponticeli, con passeggini e passeggini??? Ecco, vabbè… non mi dilungherò in noiosi monologhi su Venezia, i veneziani e il loro amore per i bambini… però, ecco, questa ve la devo raccontare: volevano parcheggiarmi il nano di 6 mesi in cucina… tanto per dire, eh…!!! – e voglio, invece, concentrarmi sulla bellissima domenica a Mirano!

Sì, perché Mirano che nessuno si fila, è invece una cittadina davvero carina con un bel centro pedonale che si apre su una piazza luminosa, che irradiata dal sole ottobrino regalava un’ atmosfera da set cinematografico, uno di quei luoghi alla Salvatores avete presente? Intorno osterie, trattorie e storme di anziani in coppola e cappotto di tweed, tintinnare di bicchieri, rumore di carte, risate roche e cioccolatini boerimagari questo particolare me lo sono inventato io, ma mi ricordava tanto il sabato mattina al bar del paese col nonno e non mancavano mai i boeri! – Davvero una piacevole sosta.

Ma la cosa più sorprendente è il parco pubblico: stupendo. Uno di quei parchi che di solito s’incontrano all’estero: una distesa verde con laghetti, parchi-gioco, papere, anatroccoli, uccelli. Uno di quei luoghi magici – e assolutamente gratuito e aperto a tutti – in cui si può trascorrere una mattina speciale tra amiche con i bimbi che corrono indisturbati, giocano e fanno amicizia. Che dire altro? Lascio che parlino le foto. Voi, siete mai state a Mirano? Adesso che ve ne ho parlato, ci fareste una sosta?

12 thoughts on “Venezia-Mirano: 2 luoghi + 6 mamme + 1 weekend= mammeintour.it

  1. Be’ io avevo voglia di farmi una nottata “fuori porta” e sono andata e tornata ne;;’arco di 2 giorni…capirai! Ma il bello e’ anche questo: i casini, gl impedimenti last minute, le conoscenze di corsa, gli imprevisti e il ricordo diventa ancora piu’ speciale! 😉 Sono sicura che le #mammeintour faranno grandi cose 😀

Mi piacerebbe sapere cosa ne pensi tu, lascia il tuo commento :)