giostra dei cavalli natale verona

Verona: meta ideale per le famiglie, anche a Natale (#mammeintour approved!)

Perché scegliere Verona per trascorrere qualche giorno di queste vacanze natalizie? Perché se già, in tutti i momenti dell’anno, è una città bellissima, a Natale lo diventa anche di più. Soprattutto per i bambini. Non ci credete? Nemmeno io prima, ma qualche settimana fa ho avuto modo di mettermi alla prova come “organizzatrice” di tour per famiglie, infatti, si è tenuta a Verona la seconda tappa del #mammeintour, un progetto che porta le mamme blogger, assieme a bimbi e mariti, in giro per l’Italia a provare mete family friendly, testare strutture, parlare di blogging (o almeno ci si prova!).

Oltre alle mammeintour ufficiali: Lara – Nasce Cresce Rompe e Veronachemamme! ed Elena – Valigia e Passeggino presenti, in questa occasione sono state coinvolte: Lisa Sognando Cupcake e Cristina Criinviaggio, come ambasciatrici. Tutte alloggiate negli appartamenti turistici Le Cadreghe, situati nel cuore antico di Verona, in quartiere Carega che in dialetto significa “sedia”. Leggenda vuole che lì vi fosse lo scranno di Re Teodorico o, più comunemente, che vi fosse la sedia del Vescovo, da cui il nome della zona. Per riprendere questa tradizione, gli appartamenti sono caratterizzati nell’arredamento da sedie colorate che connotano ognuno di essi: la sedia papavero, la sedia città, la sedia arcobaleno e così via.

mamme in tour VeronaLa prima ad arrivare è stata Elena, assieme al marito e al piccolino. Ci siamo subito immersi nell’atmosfera veronese, pasteggiando con un buon bicchiere di Valpolicella e coccolandoci con il mitico salame di cioccolato, una bomba calorica di cioccolato e biscotti secchi: imperdibile! Poi siamo stati raggiunti da Lara e dopo il passaggio di rito al balcone di Giulietta, ci siamo diretti ai banchetti natalizi nella piccola e accogliente Piazza dei Signori, conosciuta anche come Piazza Dante per la statua del Sommo Poeta che spicca nel mezzo dell’area. Qui, e nelle piazze che s’intersecano, il profumo del vin brulé si confonde con l’aroma di focaccia e wurstel dei banchi provenienti da Norimberga. Le delizie del palato allietano anche la casa di Babbo Natale allestita per l’occasione, mentre la novità dell’anno, è il trenino per i bambini negli adiacenti Giardini di Piazza Indipendenza.

Alle 15.30 sono arrivati anche i cupcake di Lisa – e Lisa, ovviamente – e l’occasione è stata ghiotta per fermarsi al negozio di Kiddy Kabane, una mamma speciale che ha aperto una vera e propria boutique di giocattoli, dove ci ha raggiunto anche Cristina. Ovviamente, non potevamo uscire a mani vuote e Palletta si è prodigato nel farsi regalare delle macchinine in legno naturale (stupende, del resto!). Poi ci siamo fiondanti nell’ex Chiesa di San Giorgetto per l’inaugurazione di una piccola e graziosa mostra di diorami, i presepi in miniatura, e ne abbiamo approfittato per fare un salto nella meravigliosa Chiesa di Sant’Anastasia, dove si trova lo strepitoso affresco di Pisanello: “San Giorgio, la principessa e il drago” che racconta la storia di Messer Giorgio chiamato da Dio a salvare una principessa e il suo paese dalle grinfie del drago . La giornata si è conclusa con un cena a base di pizza e hamburger all’Ippopotamo, ristorante per famiglie in Piazza Bra, con una zona giochi completamente dedicata ai bambini.

mamme in tour Verona

La mattina dopo ritrovo in Piazza Bra alla Giostra dei Cavalli, poi visita alla Gran Guardia dove abbiamo trovato una sorpresa ad attenderci: una delle sale era adibita a spazio espositivo e giochi con le Lego e i personaggi di Guerre Stellari. Mentre i papà e i pupi se la spassavano al piano di sotto, le mamme hanno potuto visitare la mostra gratuita di Roberto Floreani “La città ideale” (aperta fino al 31 gennaio). Dopo il pranzo, il momento più atteso dai bambini: il Museo di Storia Naturale. Questo museo vanta una collezione davvero incredibile, situato in una zona non proprio felice e con una struttura ormai obsoleta, vale però più di una visita per la vastità dei reperti fossili:

“il patrimonio conservato è stimato in circa 200.000 campioni tra reperti fossili, rocce e minerali, corrispondenti ad oltre 64.000 numeri di inventario, suddivisi in collezioni tematiche. La collezione dei fossili di Bolca è certamente quella più importante e nota in tutto il mondo. Il nucleo della collezione è costituito dalle raccolte storiche, frutto di una lunga tradizione di collezionismo naturalistico, che a Verona si sviluppò già a partire dal ‘500. Il Museo negli anni ha incrementato questa preziosa eredità con nuovi scavi presso i giacimenti della Pesciara e del Monte Postale. L’attuale collezione, parte di proprietà civica e parte di proprietà statale (in deposito), ha raggiunto una consistenza di oltre 9400 esemplari fossili” fonte: www.museostorianaturaleverona.it

Per visitarlo segnatevi questo appunto: la prima domenica di ogni mese l’ingresso è per tutti a 1€.

Queste giornate sono state bellissime e mi hanno permesso di scoprire come la mia città possa essere davvero a misura di bimbo e nel cercare di stilare un programma adatto tantissime altre idee e possibilità mi sono venute alla mente, quindi, spero di poter organizzare al prima un altro bellissimo tour!

Ma se queste “dritte” non vi hanno ancora convinto, allora, vi do un altro buon motivo per venire a Verona in questi giorni di Feste: fino al 6 gennaio, Gardaland è aperto! Noi ci siamo stati domenica scorsa e non saremmo più andati via… volete saperne di più? Prossimamente tutti i dettagli 😉

Mi piacerebbe sapere cosa ne pensi tu, lascia il tuo commento :)