L’amore dopo i figli.

Succede che esci a cena con tuo marito, da soli, senza bambini, e scopri che non è cambiato nulla. Che l’amore resiste agli urti continui della vita, allo stillicidio quotidiano della pazienza, ai gomiti notturni sulla schiena, ai risvegli frequenti dei bambini, al cibo che vola all’ora di cena, ai pannolini puzzolenti, ai continui fuori programma. Riscopri che parlare è bello, non che non si parli quando ci sono i figli, ma senza perdere il filo, facendo una battutaccia  (magari un po’ volgare), ridendo di cose futili.

Io ho bisogno ancora di stare da solo con te, ho bisogno di questo. Mi dice lui. Dopo 6 anni, è ancora come la prima volta.

L’amore cos’è dunque?

Siamo stati fortunati. 6 anni cosa sono in fondo? Abbiamo superato malattie, messo al mondo due figli, assistito a rapporti finiti, al disgregarsi di compagnie, abbiamo visto mondi nuovi, reali e metafisici, abbiamo comprato mobili, fantasticato su case in vendita, sognato traslochi, cambiato lavori. Abbiamo vissuto il dolore, la gioia. Ed esistono. Chi vi dice che si può vivere senza mai essere felici, non vive, vegeta.

L’amore si guarda negli occhi. Lo vedi ancora dietro una bottiglia di buon vino rosso. Valpolicella, per la precisione. E un petto d’oca affumicato che ammicca nel piatto. Di là si festeggia un matrimonio. Auguri. Che possa essere come il nostro. Pieno di amore, fiducia, realtà. Con qualche vaffanculo e magari un piatto rotto. Con qualche litigata furiosa, le piccole noie, i momenti di sconforto, ma senza falsi sorrisi, senza parole di circostanza.

A chi dice che il rapporto di coppia muore con il matrimonio, con i figli, rispondo che il rapporto muore perché non è mai nato. È stata una falsa partenza. L’amore io lo vedo tutti i giorni, se ne sta lì acquattato, pronto ad uscire con un balzo quando ne ha la possibilità. Quando una sera a cena, lo tiri fuori dalla sua tana e si siede a tavola, ospite d’onore.

Forse non è l’amore disperato dei sedicenni, è un amore un po’ attempato, con qualche capello bianco, ma a me quest’amore pare il più bello che ci sia.


 

Questo post diventa oggi, lunedì 13 luglio 2015, un pensiero speciale per Giada_Mammachevita che in questo assolato lunedì si sposa! Auguri cara amica che il tuo matrimonio possa essere un abbraccio stretto attorno alla tua già splendida famiglia!

#Mammachewedding!

10 thoughts on “L’amore dopo i figli.

  1. Sottoscrivo tutto e vado a condividere ovunque. Bisogna difenderlo l’amore, coi denti e con ogni capello bianco. Bellissimo post e buon anniversario allora!

    1. Grazie tesoro! Ma non è il nostro anniversario solo un sabato fortunato in cui siamo stati “liberi” dalle pesti 🙂 e chissà quando si ripeterà…!!!! 😢😢😢

  2. Bellissimo questo post, mi ci ritrovo anch’io in ogni parola. Dopo 9 anni, 2 figli, qualche capello bianco guadagnato e tanto sonno perso, l’amore c’è ogni giorno nelle piccole cose.

Mi piacerebbe sapere cosa ne pensi tu, lascia il tuo commento :)