A caccia di parcogiochi: da Maratea a Marina di Camerota. Una vacanza a misura di bambino.

C’è una cosa che non può mancare quando si va in vacanza con i bambini: il parcogiochi. Luogo di svago, ma non solo. Al parcogiochi il bambino fa ginnastica, gioca, si diverte, crea relazioni, impara a rispettare il proprio turno, a condividere le cose e il tempo. Questa è la terza puntata di un viaggio meraviglioso intrapreso con i bambini, lo scorso giugno, che ci ha fatto conoscere una straordinaria Maratea. Nella puntata n.1 vi ho portato sulla spiagga di Acquafredda, nella puntata n.2 nella splendida riserva La Secca a Castroccucco, per quest’ultima tappa vi faccio conoscere La Spiaggia Nera e vi accompagno a caccia di parcogiochi sulla vicina costa Cilentina. Maratea, infatti, si sviluppa in 30 km di costa, perfettamente incastrata tra (ben) tre regioni: la Basilicata, di cui fa parte, la Campania e la Calabria.

Essendo, una costa molto stretta e frastagliata, le spiagge sono piccole e deliziosamente inserite tra i costoni rocciosi. Una delle spiagge più caratteristica di Maratea è Cala Jannita, detta anche la Spiaggia Nera per la colorazione caratteristica della sua sabbia a grana grossa. Si chiama così perchè s’affaccia proprio sull’ Isola di Santo Janni, famosa perché lì si arenò la nave che trasportava le reliquie di San Biagio, in viaggio verso Roma. Il santo fu, poi, trasportato sulla terraferma ed il corpo è conservato nella Basilica di San Biagio, alle spalle della statua del Cristo Redentore, la seconda più alta al mondo dopo quello di Rio de Janeiro.

La Spiaggia Nera, come potrete ben immaginare, ha il potere di abbronzare anche le mozzarelle, perciò noi abbiamo scelto una giornata un po’ bigia, onde evitare ustioni di terzo grado. Non credo abbia bisogno di molte parole, le foto scattate raccontano tutto, voi che dite?

Spiaggia del Santo Janni, detta la Spiaggia Nera (Maratea, Basilicata)
Spiaggia del Santo Janni, detta la Spiaggia Nera (Maratea, Basilicata)

SpiaggiaNeraSantoJanniMaratea_2

Dopo una giornata in spiaggia, però, che si fa? Da Acquafredda, frazione di Maratea dove alloggiavamo, in dieci minuti si arriva a Sapri, l’ultimo comune della provincia di Salerno, sulla Costa del Cilento.

Qui devo aprire la parentesi nostalgia: da bambina, infatti, trascorsi tra Pisciotta e Palinuro diverse estati, visto che le mie zie affittavano casa lì per le vacanze. Mio padre è originario di quel luogo straordinario che il mondo ci invidia, ovvero, la Costiera Amalfitana ed in particolare di Vietri Sul Mare, famoso per le ceramiche dipinte a mano. Avete presente i piatti del buon ricordo che spopolavano nelle nostre case negli anni Novanta? Vengono da lì.

Sapri, di per sè, non è un paese incredibile, ma ha una quantità di parcogiochi da fare invidia alla riviera romagnola, comunemente considerata la meta ideale per le famiglia. Su tutto il lungomare di Sapri, infatti, si trovano castelli, scivoli e altalene di ferro, di legno, vecchie, nuove, per bambini piccolissimi e non più tanto piccoli. Inoltre, c’è la casetta del burattinaio che ogni sera fa spettacoli per i piccini, e un piccolo luna park permanente con ottovolanti e trenini, insomma, il paradiso dei bimbi! Praticamente, ci andavamo ogni sera 🙂

Parco Giochi Sapri Cilento
Particolare di un parcogiochi in legno, di un parcogiochi in plastica e della casa dei burattini sul Lungomare di Sapri (Salerno, Costa del Cilento)

Ma il luogo che più ci è rimasto nel cuore, nelle frequenti incursioni fatte da Maratea in Cilento, è sicuramente Marina di Camerota, non per niente considerata Patrimonio Mondiale dell’Umanità (Unesco). Raggiungere questa piccola frazione costiera non è semplicissimo, le strade sono tortuose, incanalate nella natura lussureggiante del Parco Nazionale del Cilento, ma una volta arrivati resterete a bocca aperta. Semplicemente incantevole. Oltre alle spiagge attrezzate per le famiglie, questo lido ha un piccolo parcogiochi comunale, all’ingresso del paese, e una zona con gonfiabili, scivoli dalla struttura complicatissima, giostre e sala giochi per i più grandicelli. Noi ci siamo davvero divertiti! Tanto che anche il papà non ha saputo resistere a fare due salti (ed è stato ripreso dalla proprietaria…sic!).

Spiaggia con giochi e gonfiabili per bambini Marina di Camerota Cilento
Marina di Camerota, meta ideale per le famiglie sulla Costa del Parco Naturale del Cilento

Con questo post contribuisco alla diffusione della cultura del parcogiochi della mia cara amica blogger Mary che ha sviluppato un progetto bellissimo con blog e app per scoprire tutti i parchigioco d’Italia e del mondo, per sapere se ce ne sono nella vostra zona o in quella dove trascorrete le vacanze dovete assolutamente andare su playgroundaroundthecorner.com.

Un bacio mamme e buon weekend!

2 thoughts on “A caccia di parcogiochi: da Maratea a Marina di Camerota. Una vacanza a misura di bambino.

Mi piacerebbe sapere cosa ne pensi tu, lascia il tuo commento :)