I cartoni animati educativi per bambini piccoli

I cartoni animati possono essere educativi?

I cartoni animati educativi per bambini piccoli
I personaggi del Team Umizoomi, Nick Jr

I cartoni animati possono essere educativi? Io non sono una talebana della formazione, ma nemmeno quella che ha scambiato la tv per la babysitter coreana (abbiamo un Samsung se non aveste capito la battuta, che poi è pure rubata 😂 La freddura, non il televisore!), quindi se qualche volta la devo, o la voglio accendere, non mi rosico dai sensi di colpa, anzi. Però sono molto attenta a ciò che guardano, scelgo con cura i canali televisivi più adatti ai bambini, commento con loro alcune scene, sto attenta che i contenuti siano consoni alla loro età. Spesso, poi, mi siedo con loro, ad esempio per vedere qualche bel classico Disney o i capolavori della Pixar, film animati più che cartoons. Trattasi di cultura cinematografica dopotutto!

Aldilà dei filmoni imperdibili, da Monster&Co. che farebbe ridimensionare la paura dei mostri a qualsiasi bambino del mondo, ai miti di sempre come Il Re Leone, Dumbo, e i più recenti Cars, Piovono Polpette, tanto per citarne alcuni, la tv è la mia ancora di salvezza durante la preparazione della cena o il sabato mattina prima di uscire per il corso di nuoto, per capirci: nei tempi “morti” e/o nei momenti in cui non riesco a dedicarmi a loro a 360 gradi.Ma anche in quelle occasioni scelgo oculatamente i cartoni da far guardar loro cercando di far diventare anche la tv un mezzo educativo, in fin dei conti, storicamente la televisione fu uno dei mezzi più importanti per diffondere l’italiano nelle case, prima di allora solo la Prima Guerra Mondiale ebbe un impatto così grande nell’unificazione linguistica dello Stivale (scusatemi la digressione storica, da ex studentessa di Lettere).

Ecco, il nostro palinsesto:

  • Team Umizoomi, Nick Jr : una simpatica squadretta di mini – eroi con i super poteri MateMagici per imparare la matematica e la geometria
  • Bubble Guppies, Nick Jr: creaturine mezze pesci che grazie al maestro, Signor Cernia, imparano ogni giorno tante cose di storia e geografia, a suon di musica.
  • Dora l’Esploratrice, Nick Jr: una bimbetta latina che attraverso le sue avventure interattive – sembra di essere in un videogame – insegna ai piccoli ad affrontare le sfide e… le prime paroline inglesi!
  • Il treno dei dinosauri, DeA Jr: per conoscere tutti i segreti del mondo dei dinosauri, con interventi di un vero paleontologo.
  • Dottoressa Peluche, Disney Junior: per superare la paura del dottore, per scoprire il valore dell’amicizia e imparare tanti piccole cose della cura personale, ad esempio perché è importante lavarsi i denti o bere tanta acqua quando fa caldo.
  • Su Disney English, inoltre, i cartoni sono solo in inglese e si possono vedere serie come Handy Manny (Mammy tuttofare), i trenini di Chugghington, il mitico gatto col cappello: The Cat in the Hat.
  • Infine, un cartone un po’ datato ma che mi piace molto è Curioso come George in onda su Frisbee, una simpatica scimmietta alle prese con le piccole avventure quotidiane con un sguardo… curioso!

Che ve ne pare? Vi piace la nostra selezione? Voi li guardate i cartoni animati?

11 thoughts on “I cartoni animati possono essere educativi?

  1. Ottima selezione!!! Anche noi guardiamo i cartoni animati spesso insieme, qualche volta solo la mia bimba mentre io svolgo alcune cose in casa! Alcuni cartoni sono abbastanza educativi, forse qualcuno meno, il top per me restano quelli Disney classici, ma anche noi guardiamo in tv Dora l’esploratrice e Dottoressa Peluche! A presto

    1. Qualcuno è proprio diseducativo! Bisogna stare attenti con la tv, così come con altri mezzi tipo il tablet, ma se ci s’interessa un po’ si trovano un sacco di cose valide 😉

  2. noi non abbiamo sky per cui su alcuni non mi posso esprimere. Ti quoto dora e il treno dei dinosauri, e ci aggiungo Giustin’time! Il problema è quando vogliono vedere quelli non esattamente educativi…io resisto ma altri si fanno corrompere!

    1. Giustino è stato il primo vero amore di Palletta (il grande) aveva 2 anni e fu l’unico cartone ad averlo interessato per qualche minuto la sera dopo cena, il che ci concedeva quei venti minuti di agio per mettere a letto il piccolo! Ancora adesso è il nostro cartone da tablet, l’arma che sfoderiamo nelle situazioni più complicate (tipo: cena al ristorante dopo colori, macchinine etc etc) 😉

  3. Come te utilizzo la tv nei momenti chimati “morti”. Per esempio quando torna dall’asilo e le devo preparare il pranzo, o quando devo riordinare… cerco di scegliere qualcosa che non la faccia eccitare troppo, lei ama La casa di Topolino, e devo dire che ha imparato a contare sino a 10 (ha due anni).

Mi piacerebbe sapere cosa ne pensi tu, lascia il tuo commento :)