Lago di Ledro con i bambini: 6 cose da fare e vedere nei dintorni

È già passato qualche mese, ahimè, e non vi ho ancora raccontato della nostra bellissima vacanza in Trentino… poco male perché le giornate sono ancora belle, anche se un po’ freschine, e una passeggiata in Val di Ledro non si nega a nessuno, adulto o bimbo che sia 🙂 Inizio col darvi qualche indicazione tecnica: la Valle di Ledro si trova nel Trentino meridionale, a 660 metri sul livello del mare, non è ancora montagna, ma già si comincia a respirare l’aria pulita e a liberarsi dall’afa opprimente del Veneto in estate. Noi, infatti, l’abbiamo scelta come meta per le vacanze estive con i bambini, alloggiando da Adriana, Family Hotel Trentino, ma il clima è favorevole per tutto l’autunno, quindi è ancora una piacevole meta! – anche per chi volesse trascorrerci qualche giorno o semplicemente una domenica.

Se vi piace l’idea di passare una vacanza nella natura, di fare lunghe passeggiate a piedi, di girare in bicicletta per sentieri, di passare pomeriggi riposanti in riva al Lago, questo è il luogo giusto per voi. Le attività proposte sono davvero molte e vi consiglio di dare un’occhiata alle escursioni organizzate sul sito del Consorzio per il Turismo della Valle di Ledro; qui invece vi racconto cos’ è piaciuto di più a noi: 6 cose da fare e vedere sul Lago di Ledro e dintorni, usando la valle come base e punto di partenza per muoverci nel Trentino meridionale.

Lago di Ledro, Trentino con i bambini1.IL GIRO DEL LAGO DI LEDRO IN BICICLETTA

Tutto il fondovalle è percorribile in bicicletta, una pista ciclabile perlopiù pianeggiante adatta davvero a tutti. Noi, partivamo da Locca, frazione in cui alloggiavamo, e via giù a Pieve di Ledro per imboccare le stradine immerse nella frescura boscosa. Tutto il percorso, inoltre, è intervallato da numerosi parcogiochi (qui sopra alcune foto scattate in hotel, sul lago, nei parchi). Inoltre, ci si può fermare per un bagno o un giro in pattino.

2. UNA VISITA AL MUSEO DELLE PALAFITTE

Il museo delle Palafitte di Ledro è una tappa obbligatoria, soprattutto in estate quand’è possibile partecipare ai laboratori per essere un uomo preistorico per un giorno! Ai vostri bambini piacciono i cartoni animati I Croods – Le origini (Deakids)? Una famiglia di simpatici cavernicoli alle prese con i problemi di tutti giorni, come mangiare un mammuth 😛 Se la risposta è sì, adoreranno questo posto! I miei sono ancora piccoli per le attività, ma ci siamo goduti la splendida giornata e il giro nel villaggio di palafitte dove abbiamo visto forni preistorici,pellicce d’animali, oggetti per la caccia, proprio come quelli dei Croods.

LagodiLedro_bambini_palafitte

3.UN’ESCURSIONE AL LAGO D’AMPOLA

Se avete buone gambe o voglia di pedalare, potreste riprendere la pista ciclabile ed arrivare fino al Lago d’Ampola è una riserva naturale, una zona protetta non balneabile, ma ricca di vegetazione, habitat ideale per uccelli acquatici, rettili e anfibi.

4.UNA GIORNATA A RIVA DEL GARDA

Riva del Garda, Museo Alto Garda

Prendendo l’auto, in meno di mezz’ora da Ledro si arriva a Riva del Garda, splendida cittadina affacciata sul Lago di Garda, da cui prende il nome. Qui il clima è particolarmente mite, una strana fascia climatica mediterranea che permette la crescita di olivi e limoni, in un’affascinante mix tra montagne, lago e cultura. Oltre a passeggiare tra i vicoli e le piazzette, infatti, noi abbiamo visitato la Rocca, l’antico castello medioevale oggi sede del Mag – Museo Alto Garda che ospita una collezione permanente, suddivisa in tre fasce: la pinacoteca, la sezione archeologica, la sezione storica, in cui si ripercorrono le tappe di Riva del Garda.

Perché visitare il Museo di Riva del Garda con i bambini?

  • perché si è all’interno di un castello e loro ne rimarranno affascinati!
  • perché c’è un’intera area dedicata a loro: InVento, un percorso-laboratorio permanente, attrezzato con isole didattiche e giochi creativi.
  • perché si può (anzi, si deve) salire sul Mastio, la torre più alta di Riva del Garda, e godere del panorama mozzafiato da una posizione privilegiata.

5.UNA GITA AL BREG ADVENTURE PARK: PASSERELLE E PONTI TIBETANI PER TUTTA LA FAMIGLIA

Breg Adventure Park, parco avventura per famiglie Trentino

Poi, non abbiamo potuto rinunciare ad una gita in Val di Breguzzo per trascorrere una giornata al Breg Adventure Park, il parco avventura più grande del Trentino, immerso nella splendida natura del Parco Naturale Adamello Brenta. Passerelle e ponti tibetani, percorsi sospesi tra gli alberi, il tutto in assoluta sicurezza! Sul sito è segnalato che è per tutta la famiglia, ma per esperienza diretta vi consiglio di andarci con bambini di almeno 3-4 anni, così da poter fare almeno due dei percorsi adatti ai piccoli. Noi ci abbiamo portato sia Pietro che Lorenzo, ma Il Piccoletto ha fatto con molta fatica – e un po’ di paura – solo il percorso n.1; mentre Il Nerd è riuscito a completarne due con tanta pazienza 🙂 Ovviamente, marito si è sparato il Big Zip, con tanto di teleferiche sospese fino a 190mt. Altri accorgimenti: portatevi dei contanti perché non è possibile il pagamento né con carte né con bancomat, e il pranzo al sacco perché non ci sono bar né ristoranti all’interno del parco, ma un’ampia zona attrezzata per i pic-nic.

5. UN’ESPLORAZIONE DEL MUSE, MUSEO DELLE SCIENZE DI TRENTO

Esplorazione è il termine esatto perché il Muse, Museo delle Scienze di Trento è una scoperta continua: dal piano interrato con gli scheletri di dinosauri e animali preistorici fino al quarto piano dove scoprire la “vita” delle montagne. Non mi dilungherò sull’argomento perché ho già avuto modo di parlarvi diffusamente di questo museo a misura di bambino in un post precedente, ma vi rammento solo che c’è addirittura un’area dedicata ai bimbi 0-3 anni!

6. UN’INCURSIONE A CASTEL BESENO

Castel Beseno, Besenello di Trento

Siete pronti a terminare questo giro in Trentino con i bambini con una meta stratosferica? Castel Beseno, in Val Lagarina (la zona di Rovereto per capirci), è la più grande fortezza della regione, le cui mura sono rimaste pressoché intatte, è totalmente percorribile con vaste aree in cui fermarsi e giocare ai cavalieri medievali, provare le antiche balestre, percorrere i camminamenti e avvistare dalle feritoie l’arrivo dei nemici. Nei mesi estivi sono anche previste numerose rievocazioni storiche, con i costumi dell’epoca. Per conoscere tutte le attività di Castel Beseno e delle altre fortificazioni: potete cliccare sul link castelli in Trentino e scoprire le tante proposte del territorio.


Vi sono piaciuti questi suggerimenti? Era quello che stavate cercando? Se vi interessa conoscere altri luoghi trentini da visitare con la famiglia potete leggere i miei post su Andalo e Molveno, se invece state pianificando un weekend in Toscana magari vi interessano la campagna di Pisa e il mare di Livorno. Magari avete solo voglia di andare in museo pensato per i bambini: il Muba è il luogo giusto per voi!

Qualsiasi sia la vostra scelta, potete rimanere in contatto con me e scoprire quali saranno le nostre prossime avventure sulla FanPage/Mammasfigata o sul gruppo dedicato al tempo libero #unadomenicaitaliana. Stay tuned!

 

 

2 thoughts on “Lago di Ledro con i bambini: 6 cose da fare e vedere nei dintorni

  1. Quando i tuoi bimbi saranno un po’ più grandi, e se doveste tornare in Valle di Ledro, un percorso bellissimo da fare sia a piedi che in bicicletta potrebbe essere quello che collega Molina di Ledro (il paese delle palafitte!) a Riva del Garda… un itinerario tra rocce, gallerie e strapiombi sul Lago di Garda veramente mozzafiato! E se una volta giù foste troppo stanchi per tornare indietro, vi basterà prendere un comodo pulmino per ritrovarvi al punto di partenza! 😉

Mi piacerebbe sapere cosa ne pensi tu, lascia il tuo commento :)