Oltre il sogno, dal volo allo spazio: mostra interattiva per bambini e non

Io amo i musei, le mostre, le esposizioni. Mi piace l’atmosfera, la calma, il silenzio. Mi piace quando gli occhi dei bambini brillano per la curiosità ed, anche, quando quel silenzio tipico viene scosso dalle loro risate, dai gridolini di gioia e sorpresa. Qualcuno mi dirà che sono troppo piccoli, forse è vero, ma dipende molto dal bambino, dal suo temperamento, ed anche dal genitore, … Continue reading Oltre il sogno, dal volo allo spazio: mostra interattiva per bambini e non

I cartoni animati educativi per bambini piccoli

I cartoni animati possono essere educativi?

I cartoni animati possono essere educativi? Io non sono una talebana della formazione, ma nemmeno quella che ha scambiato la tv per la babysitter coreana (abbiamo un Samsung se non aveste capito la battuta, che poi è pure rubata 😂 La freddura, non il televisore!), quindi se qualche volta la devo, o la voglio accendere, non mi rosico dai sensi di colpa, anzi. Però sono … Continue reading I cartoni animati possono essere educativi?

Bilingue sì o no? Come s’impara una lingua da piccoli?

Come si impara una lingua da piccoli? Il bilinguismo è un bene o un male? Ma se deve ancora padroneggiare bene l’italiano come si può pretendere che parli anche l’inglese? Queste domande, ormai, sono all’ordine del giorno. Premetto che ho sempre creduto nell’importanza della lingua straniera, io stessa ho frequentato una scuola media sperimentale in cui si insegnavano due lingue e, a seguire, alle superiori tre lingue, ma concludo dicendo che non ne no so parlare bene neanche una. Ed è vergognoso. Che sia io la tonta?

S’impara con l’esperienza

Da quando sono mamma, ho scoperto un’infinita di cose sull’essere umano, sull’evoluzione, sulla crescita e sull’intelligenza innata. Non serve uno scienziato per dirci che l’acqusizione di qualsiasi tipo di abilità passa dall’esperienza continua e diretta. I nostri figli imparano a camminare, mangiare, parlare perchè tentano e ritentano e non perchè forniamo loro manuali di istruzioni e tomi di grammatica. Palletta ha una proprietà di linguaggio di molto superiore alla media, dato che a 30 mesi fa discorsi complessi e davanti alla copertina del Re Leone mi dice: “mamma, hai visto? Ci sono il leone, il facocero e il suricato” (#datemiundizionario!). Ecco, io penso derivi da diversi fattori: lui è particolarmente ricettivo, io parlo a mio figlio come fosse un adulto, leggiamo libri non adatti alla sua età (quella sulla copertina), è stato a contatto con bambini più grandi.

Ora mi domando, se fosse cresciuto in un contensto bilingue, avrebbe raggiunto lo stesso livello di padronanza? Continue reading “Bilingue sì o no? Come s’impara una lingua da piccoli?”

Bambini e Tablet: l’opinione di Tata Francesca

Di che fazione siete? Pro-tecnologia o assolutamente contro? Siete di quelle che il tablet è quella cosa serve per tagliare il salame oppure che l’unica cosa che si taglia è il cocomero di Fruit Ninja? Per lavoro uso, in modo compulsivo e smisurato, il mio smartphone e – purtroppo? – la mia passione per la tecnologia e i social network si estende anche nella vita privata. Perciò, mio figlio Palletta, il dueenne, è assolutamente abituato ad avere questi apparecchi in giro per casa. Il fatto di vedermeli usare così spesso ha generato in lui una curiosità estrema verso gli stessi (ma anche per i telecomandi, il router portatile, la tv…). La cosa incredibile è che in brevissimo tempo è stato in grado di utilizzarli per cercarsi le sue app preferite, sfogliare le foto, giocare in assoluta indipendenza. Per i bambini come il mio è stata addirittura coniata una terminologia specifica, si parla di nativi digitali, ovvero di quella generazione nata e cresciuta dagli anni 2000 in poi, momento di massima diffusione delle nuove tecnologie informatiche. La scelta, dunque, a mio avviso non è tanto se fargli usare o meno questi strumenti, ma se lasciare che il suo approccio sia autonomo – e succederà perché siamo talmente immersi nella tecnologia che è praticamente impossibile rimanerne esclusi – o guidato e mediato da noi.

Continue reading “Bambini e Tablet: l’opinione di Tata Francesca”