Test per scoprire se sei una minchiomamma, una mamma diversamente figa o una mamma imboscata

MinchioMamma o DiversamenteFiga: fai il test e scopri chi sei!

3, 2, 1… Capodanno col botto! Iniziamo il 2016 con un po’ di sano spirito, all’insegna del volemose bene, partendo col piede giusto: pace, amore e ‘azzi tua. No? Ma no, ma sai che noia 🙂 Se dicembre è il mese del bilancio annuale, quello in cui in affanno dopo le cene natalizie, aziendali, scolastiche, con le amiche, con gli amici di lui, con gli … Continue reading MinchioMamma o DiversamenteFiga: fai il test e scopri chi sei!

10 motivi per cui non leggerò più articolo con i numeri nel titolo

10 motivi per cui non leggerò più un articolo (o un post) con un titolo così

Il problema è mio ne sono sicura. È che mi sono rotta Er C. (Sì quello, non fare finta di non aver capito). Sta cosa delle 10, 5, 7, MILLEMILA cose che hai da fare prima di morire o di partorire o di guidare. Ci stava bene all’inizio, a noi mamme, che siamo delle praticone e, soprattutto, amiamo follemente fare le liste: quella della spesa, … Continue reading 10 motivi per cui non leggerò più un articolo (o un post) con un titolo così

Primo giorno scuola materna

Ode alle mamme del primo giorno di scuola

Vorrei spezzare una lancia a nostro favore, una volta tanto. Si fa un gran parlare del primo giorno di scuola, passo importante per tutti i bambini, che sia l’inizio della materna o delle elementari, che sia l’inserimento al nido o l’avvenutra pre-adolescenziale delle scuole medie, ma di noi? Delle mamme chi parla? Eppure, siamo noi a subire uno scossone mica da ridere (oddio, un po’ … Continue reading Ode alle mamme del primo giorno di scuola

blog di successo con la regola delle c

Vuoi avere successo con il blog? Segui la Regola delle C!

A poco più di un mese dal MammaCheBlog, mi ritrovo a raccogliere le idee su quanto ho appreso, imparato, capito:

  1. Faccio parte di uno strano gruppo di mamme fortemente nerdizzate, con cui parlare di Seo, Google Analitycs, Sem, ma anche di coding, scratch e robotica (si, vabbè, siamo delle pazze invasate), tra una chiacchera sulla tetta e un messaggino a #santanonna.
  2. I bambini si ammalano sempre quando sei fuori casa, i nonni sono francamente inutilizzabili per le magagne più svariate, le babysitter sono al mare o ad un convegno sull’eugenetica a cui non possono rinunciare, tuo marito ha quella riunione col capo e ti farà sentire in colpa fino alla morte per averci dovuto pensare lui.
  3. Se una stanza d’hotel a Milano è in offerta, ad un prezzo inferiore del 50% rispetto le altre, un motivo c’è e la macchinetta di ramen liofilizzati all’ingresso è lì per rammentartelo.

Poi, ho anche capito tutto, ma proprio tutto su COME AVERE SUCCESSO CON IL BLOG  e ora vi illumino con la REGOLA DELLE C.

Continue reading “Vuoi avere successo con il blog? Segui la Regola delle C!”

marostica piazza degli scacchi con bambini

Marostica con i bambini: castelli, scacchi e piccoli pedoni

Si avvicina il weekend… ok, non è vero è solo mercoledì, ma a metà settimana hai solo due cose da fare: pensare allo scorso fine settimana o pianificare la nuova domenica. Io le sto facendo entrambe! Qui vi racconto di cosa abbiamo fatto e visto a Marostica con i bambini per il ponte del 2 giugno, sul gruppo #UNADOMENICAITALIANA raccolgo idee, commenti  per un’estate all’insegna della scoperta (venite a trovarmi sul gruppo facebook, è aperto a tutti!).

Continue reading “Marostica con i bambini: castelli, scacchi e piccoli pedoni”

Passeggino Priam di Cybex: design e qualità a prova di mamma.

“La nostra missione è aiutare i genitori a proseguire i loro stili di vita personali pieni di cultura e divertimento. Saremmo quindi molto onorati se i nostri prodotti potranno aiutarli ad integrare i bambini nel loro viaggio personale, condividendo con loro tutta la sua ricchezza e meraviglia. Dopo tutto, la vita non si ferma quando si diventa genitori, anzi è solo l’inizio … “
Martin Pos, fondatore di CYBEX e padre di due bambini.

Scusate, ma se un’azienda mi si presenta così, io che posso aggiungere? Sono stata alla presentazione dell’innovativo trio della serie Cybex Platinum: il nuovo, bellissimo Priam. Colori vintage, linee di design, tessuti ruvidi (ma solo alla vista) effetto denim, ma morbidi e confortevoli al tatto. Ma quant’è figo questo passeggino? Vi faccio subito vedere qualche foto, che meritano più delle parole:

Cosa davvero singolare, questo passeggino trae ispirazione dalla poltrona lounge Vitra, progettata da Charles e Ray Eames nei ruggenti anni Cinquanta del design. Ce l’avete presente? Eccola qui:

Continue reading “Passeggino Priam di Cybex: design e qualità a prova di mamma.”

Imparare a dire di NO per la sopravvivenza delle specie

Che ci crediate o meno, sto imparando a dire di NO. Ci ho messo solo 32 anni, un marito, due figli e una Partita Iva a capire che il NO è l’unico modo per mettermi al sicuro dalla follia. Che poi, vabbè, devo essere sincera, non è mi riesca così bene… anzi. Però, ci sto provando seriamente, mi ci sto mettendo con tutto l’impegno di cui sono capace.

Siamo cresciute a pane e sensi di colpa, credendo che rifiutare, farsi da parte e non sobbarcarsi di tutti i problemi della famiglia, fosse egoismo. Beh, mi sono data una notizia strabiliante da sola: non è vero. Egoismo è credere di poter far tutto, lasciando agli altri solo le briciole. Ed è pure egocentrismo: sono una super donna, gli altri non mi servono. Ma è davvero così? Vorrei per una volta guardare in faccia la realtà: da sola non ce la faccio.

Continue reading “Imparare a dire di NO per la sopravvivenza delle specie”

Bambini e Tablet: l’opinione di Tata Francesca

Di che fazione siete? Pro-tecnologia o assolutamente contro? Siete di quelle che il tablet è quella cosa serve per tagliare il salame oppure che l’unica cosa che si taglia è il cocomero di Fruit Ninja? Per lavoro uso, in modo compulsivo e smisurato, il mio smartphone e – purtroppo? – la mia passione per la tecnologia e i social network si estende anche nella vita privata. Perciò, mio figlio Palletta, il dueenne, è assolutamente abituato ad avere questi apparecchi in giro per casa. Il fatto di vedermeli usare così spesso ha generato in lui una curiosità estrema verso gli stessi (ma anche per i telecomandi, il router portatile, la tv…). La cosa incredibile è che in brevissimo tempo è stato in grado di utilizzarli per cercarsi le sue app preferite, sfogliare le foto, giocare in assoluta indipendenza. Per i bambini come il mio è stata addirittura coniata una terminologia specifica, si parla di nativi digitali, ovvero di quella generazione nata e cresciuta dagli anni 2000 in poi, momento di massima diffusione delle nuove tecnologie informatiche. La scelta, dunque, a mio avviso non è tanto se fargli usare o meno questi strumenti, ma se lasciare che il suo approccio sia autonomo – e succederà perché siamo talmente immersi nella tecnologia che è praticamente impossibile rimanerne esclusi – o guidato e mediato da noi.

Continue reading “Bambini e Tablet: l’opinione di Tata Francesca”

Venezia-Mirano: 2 luoghi + 6 mamme + 1 weekend= mammeintour.it

Cosa succede quando un gruppo di mamme sgrarrupate, incasinate, esce dall’anonimato del web per incontrarsi dal vivo in un luogo che con conoscono? Direte voi: nasce un mostro. Più o meno è quello che è successo con il nostro primo #mammeintour. Chi mi segue, nel corso dei mesi, ha già incontrato questo hashtag disseminato tra i miei vari post, ebbene, è arrivato il momento di parlarvene.

Quindi, che cavolo è il #mammeintour? E’, innanzitutto, l’idea di trasferire le chiacchierate tra mamme, perlopiù notturne, dai social network alla caffetteria di paese. E’ un modo per parlare di genitorialità, di blogging, di viaggio non più e non solo online, ma anche “de visu”. Perché non farlo, quindi, in un contesto nuovo, alla scoperta dei piccoli tesori, delle meraviglie nascoste che la nostra Italia offre? Il weekend d’incontro, dunque, diventa non solo momento di conoscenza reciproca, di approfondimento semi “professionale”, ma anche motivo di scoperta di luoghi, persone, culture.

#mammeintourVE

Intanto, chi c’è? Le sei #mammeintour ufficiali sono, oltre a mammasfigata, Marina Da Mamma a Mamma, Lucrezia Peekaboo Travel Baby, Elena Valigia e Passeggino, Lara Nasce Cresce Rompe e Duevoltemamma. Come tutte le mamme che si rispettino, anche il nostro team sconta i problemi gestionali di tutte le famiglie con nani al seguito: imprevisti, malattie, casini vari, un campionario di sfighe che solo chi ha pupi da 0 a 9 anni può comprendere, perciò abbiamo previsto di non riuscire mai ad esserci tutte ad ogni tappa. Come ovviare al problema e farlo diventare un vantaggio? Semplice, scegliendo di affiancare alle mamme ufficiali delle mamme Ambasciatrici, di volta in volta diverse.

Ok, capito e dunque? Dunque, siamo partite! La tappa 0, quella per vederci “faccia a faccia”, era stata al Muse, una sorta di mini tappa in giornata trascorsa in uno dei musei più belli e innovativi a misura di bambino (ve ne ho parlato qui). La tappa 1, invece, tenetevi forte perché ve la racconto ora: #mammeintourVE, si parte!

Continue reading “Venezia-Mirano: 2 luoghi + 6 mamme + 1 weekend= mammeintour.it”

Lo strano caso del (Dr. ) Passeggino e (Mr.) Dove lo metto??

La mia amica mammablogger Lara di Nasce Cresce Rompe mi ha invitato a parlare della ricerca del Santo Graal di ogni neo-mamma che si rispetti: il passeggino. Non potevo esimermi, leggete un po’ e poi ditemi la vostra!

I CASI DA PASSEGGINO: IL MIO? STRANO, MANCO A DIRLO!

La prima volta non andò poi così male. Noi volevamo un trio ultra-leggero, new generation, con scocca cromata e super accessoriato. Insomma, un capolavoro di ingegneria futuristica. Poi abbiamo fatto i conti della serva e, banalmente, abbiamo deciso che quei mille euro e più potevamo pure spenderli in altro modo. Così abbiamo optato per una trio confortevole e grazioso che potesse far collimare conto economico, praticità e piacevolezza. Abbiamo preso un Cam beige con borchiette. Un colore del piffero perché “se abbiamo un altro figlio ed è femmina va bene uguale” – anzi meglio. Ovviamente è nato un maschio. Ed è nato a nemmeno 20 mesi di distanza dal primo. Inaspettato, of course.

Continue reading “Lo strano caso del (Dr. ) Passeggino e (Mr.) Dove lo metto??”