come trascorri il tempo con i bambini

La verità su come trascorri il tempo con tuo figlio

Me lo chiedo di continuo: le mamme (le altre) in quali fantastiliose attività si dilettano nelle lunghe domeniche piovose? Quali minacce perpetrano nei confronti dei masculilli riottosi per convincerli a produrre trilionate di fantastici lavoretti? Ma soprattutto: da dove tirano fuori tutta quella voglia, quella pazienza, per stare gomito a gomito con un nano che alla parola “pennello” è già dipinto dalla testa ai piedi, … Continue reading La verità su come trascorri il tempo con tuo figlio

Test per scoprire se sei una minchiomamma, una mamma diversamente figa o una mamma imboscata

MinchioMamma o DiversamenteFiga: fai il test e scopri chi sei!

3, 2, 1… Capodanno col botto! Iniziamo il 2016 con un po’ di sano spirito, all’insegna del volemose bene, partendo col piede giusto: pace, amore e ‘azzi tua. No? Ma no, ma sai che noia 🙂 Se dicembre è il mese del bilancio annuale, quello in cui in affanno dopo le cene natalizie, aziendali, scolastiche, con le amiche, con gli amici di lui, con gli … Continue reading MinchioMamma o DiversamenteFiga: fai il test e scopri chi sei!

i bravi bambini che non fanno capricci

Tutti bravi i bimbi degli altri

C’è una categoria di mamme che, ancora, crede alla favola dei “bambini bravi“. Dato che vi/ci voglio bene, oggi voglio sfatare questo mito e debellare il morbo della “bravità” ora e per sempre. Ci vorrebbe un vaccino per la creduloneria. Mamme, vi prego, non cascateci, non esistono i bambini perfetti! Se lo scorso post ho voluto sbugiardare la bufala della mamma perfetta, questa volta mi … Continue reading Tutti bravi i bimbi degli altri

borsa mamma imperfetta

Lettera aperta alle mamme perfette

Cara mamma perfetta, volevo essere come te. Bella, sempre in ordine, col tacco alto e il capello shatushato, che mesciato ormai è demodè. Volevo avere dei figli a fotocopia, vestiti in blu Armani e rosso Valentino, come se ogni giorno fosse quello della Prima Comunione. Al parco, impeccabili, i tuoi figli scivolano con grazia, corrono senza sudare, giocano senza sporcarsi. Lindi, ligi, fighi. Volevo essere … Continue reading Lettera aperta alle mamme perfette

Mamma, ti pentirai di avermici portato!

Sottotitolo: perché tuo figlio a contatto con alcune superfici si trasforma in un incrocio tra Attila e il Piccolo Diavolo. Ci sono luoghi in cui sei sempre andata senza renderti conto che potessero scatenare reazioni atomiche negli esseri umani. Finché non ti ci sei addentrata con quei “cosi urlanti” sotto il metro, che ci ostiniamo a chiamare bambini, pur rendendoci conto che sono Mutanti (alla … Continue reading Mamma, ti pentirai di avermici portato!

Primo giorno scuola materna

Ode alle mamme del primo giorno di scuola

Vorrei spezzare una lancia a nostro favore, una volta tanto. Si fa un gran parlare del primo giorno di scuola, passo importante per tutti i bambini, che sia l’inizio della materna o delle elementari, che sia l’inserimento al nido o l’avvenutra pre-adolescenziale delle scuole medie, ma di noi? Delle mamme chi parla? Eppure, siamo noi a subire uno scossone mica da ridere (oddio, un po’ … Continue reading Ode alle mamme del primo giorno di scuola

FamilyFriendly

Cosa significa a misura di bambino? Quando si può dire family friendly?

Se seguite questo blog, ormai sarete abituati ai miei post con interrogativi e saprete già che risposte certe qui non ne troverete, ma riflessioni personali a mucchi 🙂 Nelle ultime settimane, mi è capitato di interrogarmi sul concetto “a misura di bambino”, cercando di capire cosa davvero significhi ho scoperto che è un mondo dai confini incerti. Le situazioni tipiche in cui si parla di … Continue reading Cosa significa a misura di bambino? Quando si può dire family friendly?

blog di successo con la regola delle c

Vuoi avere successo con il blog? Segui la Regola delle C!

A poco più di un mese dal MammaCheBlog, mi ritrovo a raccogliere le idee su quanto ho appreso, imparato, capito:

  1. Faccio parte di uno strano gruppo di mamme fortemente nerdizzate, con cui parlare di Seo, Google Analitycs, Sem, ma anche di coding, scratch e robotica (si, vabbè, siamo delle pazze invasate), tra una chiacchera sulla tetta e un messaggino a #santanonna.
  2. I bambini si ammalano sempre quando sei fuori casa, i nonni sono francamente inutilizzabili per le magagne più svariate, le babysitter sono al mare o ad un convegno sull’eugenetica a cui non possono rinunciare, tuo marito ha quella riunione col capo e ti farà sentire in colpa fino alla morte per averci dovuto pensare lui.
  3. Se una stanza d’hotel a Milano è in offerta, ad un prezzo inferiore del 50% rispetto le altre, un motivo c’è e la macchinetta di ramen liofilizzati all’ingresso è lì per rammentartelo.

Poi, ho anche capito tutto, ma proprio tutto su COME AVERE SUCCESSO CON IL BLOG  e ora vi illumino con la REGOLA DELLE C.

Continue reading “Vuoi avere successo con il blog? Segui la Regola delle C!”

10 cose che con il secondo figlio non farai più

Cara mamma-figlio-unico, oggi mi sento di raccontarti una storia divertente: c’era una volta una mamma come te che dava segni di squilibrio mentale ogni qualvolta l’unigenito manifestasse una qualche difformità comportamentale che la inducesse a pensare di:

a) essere una pessima madre

b) avere un figlio (quantomeno) bizzarro

poi arrivò il figlio numero 2, a 18 mesi di distanza, e quella madre scelse di non perdere la sanità mentale, allentare il cordone dell’ansia, ed evitare di sfruculiare insistemente il sistema nervoso. Lungi da me dispensare rimedi e consigli, queste sono solo 10 cose che volente o nolente una bi-mamma deve necessariamente mettere in atto per evitare l’internamento.

1. Andare dal pediatra ogni 3×2

Col primo figlio sembra un obbligo: visita di routine mensile + qualche telefonatina di verifica + qualche scappata infra-settimanale che il pupo ha emesso un rauco borbottìo non ben identificato, sarà mica broncospasmo convulsivo???  Col secondo, il pediatra lo si vede due volte l’anno, come i parenti lontani: prima di Natale e per gli auguri di Pasqua. Per il resto, a meno che non sia invaso da macchie cutanee leopard-style, esiste il kit di sopravvivenza: tachipirina, acqua fisiologica, gel gengivale, fermenti lattici, e, nei casi più complessi, la peretta per le evacuazioni.

Continue reading “10 cose che con il secondo figlio non farai più”

Sul ruolo del PADRE, sulle parole come MAMMO e VIRAGO. E altri sciocchi preconcetti.

Ci sono cascati pure loro, quelli della redazione di un bel settimanale che leggo da molti anni perché reputo sia un tantinello sopra la media, eppure… eppure anche loro sono caduti nel tranello del facile slogan, della battuta d’effetto, del pettegolezzo a casaccio. Succede che sfoglio il magazine e mi trovo la bella Scarlett Johansson con un borsone a tracolla e, qualche passo più indietro, il compagno con la figlia di 6 mesi  in braccio (considerate che io non so assolutamente nulla di star system, amoruzzi e gossip vari, tanto che non sapevo nemmeno fosse incinta e di chi, né conoscono il nome del ben-capitato, marito, fidanzato o convivente che sia).

Continue reading “Sul ruolo del PADRE, sulle parole come MAMMO e VIRAGO. E altri sciocchi preconcetti.”