Parto da qui. Cuore a cuore.

Arriverà un giorno in cui litigheremo e voi mi butterete in faccia tutta la vostra rabbia perchè sarò stata una madre troppo apprensiva, o troppo poco, troppo presente, o troppo poco, troppo spronanante o, ancora una volta, troppo poco. Allora sarà il momento. Quello in cui vi racconterò di quando siete nati. Parto da qui. Il primo è stato Palletta, soprannominato così per la sua … Continue reading Parto da qui. Cuore a cuore.

Dal biberon al lettone: tutte le bugie delle mamme perfette.

Mamme perfette avete i giorni contati. Adesso vi smaschero io! È una gran bel dire evviva la tetta, tutte hanno latte da vendere, e no io il ciuccio mai e poi mai e fiuguriamoci poi se lo metto a dormire nel lettone, noooo, dorme da solo nel suo lettino e si addormenta con la favoletta della buona notte.

Eccerto. Se avete Cicciobello invece di un bambino può essere.

Prima bugia: non è vero che siamo tutte la mucca Carolina. Me l’hanno raccontata in lungo e in largo e io ci sono cascata come una pera matura. Peccato che non sia vero un corno. Col pupo1 mi sono disperata, pensando di essere una mamma degenere, di essere una donna sottodotata, una specie di serie B. Pianti e disperazioni perchè non mi uscivano che 30 g per volta (10 a destra e 20 a sinistra) e Palletta era ancora più disperato e isterico perchè non ciucciava che misere gocce e con fatica. Il latte mi s’intasava continuamente, bisognava prenderlo a martellate dopo mezz’ora di doccia bollente. In più il piccolo aveva un po’ di ittero e ai controlli medici mi dicevano “signora il bambino deve mangiare per pulire le urine dalla bilirubina, lo attacchi più spesso”. Il più spesso era diventato sempre: ogni due ore per 40 minuti di media. Finchè tra lacrime e isterie collettive, me ne sono fregata: ho comprato il latte artificiale e miracolo…dopo due giorni Palletta era il bambino più felice della terra, altro che coliche serali, altro che vizio della braccia, altro che mal di pancia! AVEVA FAME!

Continue reading “Dal biberon al lettone: tutte le bugie delle mamme perfette.”